Avete mandato tanti curriculum, faticato parecchio, superato tutti i colloqui e siete stati scelti: avete appena ottenuto il lavoro dei vostri desideri.

Ma quando sembra che il peggio sia passato, arriva il primo giorno in azienda. Un mondo diverso, che non conoscete, con nuove facce e nuovi caratteri. E dove l’esito delle vostre giornate non sarà necessariamente nelle vostre mani.

Potremmo giocare per ore a descrivere le tipologie di persone in cui prima o poi si inciampa lavorando, ma abbiamo deciso di limitarci a questi 16 identikit di collega-tipo:

La Punta di diamante
Se avrete fortuna, vi capiterà di lavorare fianco a fianco con la Punta di diamante dell’azienda, quella che esegue tutto in maniera impeccabile, conosce i segreti del mestiere ed è preparatissima. Guardatela e imparate il più possibile, è un esempio prezioso.

Il Mito
Forse non regge più i ritmi di un tempo, solitamente infatti è il collega più anziano, ma il Mito ha ancora molto da insegnarvi. Sfruttate la sua profonda conoscenza del settore e dell’azienda e ascoltate i suoi consigli.

Il Tutto fumo e niente arrosto
Questo esemplare di collega è abilissimo nel fare un’ottima prima impressione: veste in maniera impeccabile e ammalia chiunque lo incontri con la sua dialettica. Sembra il candidato ideale per un posto dirigenziale, ma poi nei fatti non combina un granché. Non perdete tempo a cercare in lui contenuti di sostanza.

Il Bulldozer
Il Bulldozer al lavoro conosce una sola direzione (sempre dritto) e una sola velocità (intorno ai 150 km/h). Di certo vi condurrà a ottenere buoni risultati, ma sappiate che con la sua tenacia potrebbe anche travolgervi… se glielo permetterete.

Lo Stacanovista
Passo dopo passo, mail dopo mail, è il collega più attivo. Mantiene un basso profilo e non pretende gratificazioni, guardando al bene dell’azienda più che al suo. Ossessionato dall’organizzazione, è però incapace di gestire qualsiasi cambiamento improvviso di programma.

Il Puntiglioso
Le sue qualità più grandi sono la precisione e la cura dei dettagli. Si batte perché le cose siano fatte a regola d’arte ma, se avete una scadenza imminente, stategli alla larga.

Il Faccio tutto io
Arriva per primo in ufficio e risulta essere l’ultimo a lasciarlo. Ha una to do list enorme e le sue giornate sono piene di riunioni, telefonate e attività da monitorare. Vi offrirà sempre il suo aiuto, ma valutate bene se accettarlo fino a quando non avrete verificato la sua affidabilità.

Il Ficcanaso
Ha imparato a memoria le policy aziendali e ha già consumato il pavimento del percorso verso l’ufficio del capo, a cui riferisce ogni violazione commessa in ufficio. È temuto e guardato con circospezione da tutti. Quando gli siete vicini prestate attenzione alle buone maniere e ai vostri comportamenti, o sarete schedati!

Il Farfallone
Si torva ovunque, ma mai in un posto per più di tre minuti. Svolazza nervoso da scrivania a scrivania, parlando in continuazione ma mai di cose importanti. A stargli dietro, potreste impazzire.

Il Mascalzone
Per lui, ogni momento è quello buono per raccontare barzellette o per fare battute di cattivo gusto. Incarnava il prototipo del mascalzone ai tempi della scuola: l’unico problema è che i suoi compagni sono già tutti laureati sposat con figli e voi avete troppa poca confidenza per apprezzare il suo umorismo!

L’Ansioso
Ha un costante bisogno di rassicurazioni ed è impaurito da tutte le mansioni che lo riguardano; ha spesso bisogno della vostra attenzione ma assicurategli un trattamento con i guanti, per evitare che scoppi in lacrime davanti al computer.

Lo svogliato
Risulta essere davvero il più simpatico di tutta l’azienda, ma è più il tempo che perde a eludere le proprie mansioni che non quello che dedica al lavoro. Ha trovato ogni escamotage per svignarsela dall’ufficio ed è più veloce a inventare una nuova scusa che non a finire un’attività.

L’Esaurito
L’ultima volta che ha avuto una giornata positiva c’era l’eclissi di Luna. Avere a che fare con lui è frustrante, perché tende al pessimismo, alla stanchezza cronica e alle lamentele. Vi rendete conto che non ha ancora molto da condividere con i colleghi, perciò toccatelo ogni tanto e assicuratevi sia ancora sveglio!

Il Mistero
Capita che in ufficio ci sia una persona di cui non si identificano bene le mansioni, non si capisce che cosa abbia realizzato in passato o perché sia lì; si sa solo che ha cambiato lavoro almeno venti volte in dieci anni. Non è facile confrontarsi con il Mistero, ma ricordate che non è sempre necessario conoscere ogni risposta a meno che non abbiate la sfera di cristallo.

La Carogna
In ogni ufficio ce n’è una, e ovunque fa danni. Potete anche provarci, ma non troverete nemmeno una qualità in loro. Maleducati, inaffidabili, egocentrici. Nessuno li ama e non sono neppure tanto bravi… ma allora perché hanno ancora un lavoro?!

La Promessa futura
In lui vedete grandi doti umane e professionali, unite a una buona dose di intraprendenza. Risulta essere chiaro, un radioso futuro di successi lo attende.

Molto interessante.