Per gli studenti che superano l’esame di Stato, inizia il dilemma sul se proseguire o meno gli studi e se si quale corso di studi intraprendere; per molti sarà poi necessario abbandonare la propria famiglia e andare a studiare in altre città.

Per tutti gli studenti fuori sede, quindi, il problema principale da affrontare è quello relativo all’alloggio; dove prendere casa? a che prezzo? come trovare l’appartamento? con quale contratto?

In merito al come cercare vi sono diverse possibilità; per i più tradizionalisti basterà recarsi al proprio ateneo per trovare affissi in bacheca numerosi annunci che potranno rivelarsi molto utili, anche perché spesso riguardano appartamenti poco distanti dalla propria facoltà.

Oggi però in molti preferiscono utilizzare Internet per le loro ricerche; le bacheche online che consentono di trvare camere, posti letto o case in affitto sono numerosi e consentono anche di utilizzare dei filtri per semplificare la ricerca.

Esiste poi un’altra possibilità, ovvero quella di rivolgersi ad un’agenzia, ovviamente però in questo caso, il servizio offerto non è gratuito.

In merito al contratto da stipulare, non c’è dubbio che quelli irregolare sono assolutamente da evitare; molto meglio sottoscrivere contratti con i quali i diritti tra le parti, locatore e locatario, siano ben definiti; per fare in nodo che un contratto d’affitto possa essere considerato valido, sarà necessario registrarlo pagando l’imposta pari al 2% annuo del canone che l’inquilino dovrà corrispondere; questoavrà l’onere di pagarne solo la metà. Per un esempio è possibile vedere questo modello di contratto di locazione per studenti.

Infine occorre ricordare che, sebbene molte regole possono essere liberamente scelte tra le parti, ne esistono anche alcune che se non vengono rispettate portano alla nullità del contratto.