La falsificazione delle banconote è divenuta talmente sofisticata da rendere sempre più difficile, o a volte quasi impossibile, il riconoscimento delle banconote vere da quelle false.

L’osservanza di alcuni consigli per riconoscere le banconote false può essere utile, ma non sempre sufficiente.

L’unico modo sicuro per non essere truffati e distinguere la banconote false consiste nel dotarsi di un rilevatore di banconote false, cioè un’apparecchiatura elettronica preposta alla rilevazione.

Sul mercato esistono parecchi modelli di rilevatori di banconote false, ma non tutti presentano le caratteristiche atte a contraddistinguerli di buona qualità.

Vediamo alcuni consigli utili per acquistare un rilevatore di banconote false di qualità
Scegliere un rilevatore di buona qualità e marca
Accertarsi che il rilevatore scelto abbia ottenuto la certificazione dalla BCE (Banca Centrale Europea). A tal fine verificare sul sito web della BCE quali sono i modelli che sono stati riconosciuti affidabili al 100%
Verificare che il software del rilevatore scelto sia aggiornabile. In caso contrario, il rilevatore di banconote potrebbe diventare inutilizzabile molto rapidamente. Il software, infatti, deve potersi aggiornare in modo costante per adeguarsi alle nuove tecniche di fabbricazione delle banconote false.
Verificare che il rilevatore sia utilizzabile anche con valute diverse dall’euro.

Rilevatori di banconote false certificati dalla Banca Centrale Europea
La BCE svolge un’importante attività di controllo sulle banconote in circolazione, e tra i suoi compiti rientra anche quello di testare l’affidabilità dei rilevatori di banconote false.

I rilevatori vengono sottoposti a rigorosi test e solo quelli che hanno ottenuto un risultato positivo ottengono la certificazione. La certificazione, quindi, garantisce la totale affidabilità della macchina.

I risultati delle prove effettuate sui vari rilevatori di banconote false vengono pubblicati sui siti web della BCE e sono consultabili da chiunque.