Chi l’ha detto che le casalinghe non abbiano accesso alla possibilità di un prestito personale? Con le nuove tipologie di prestiti diventa molto più semplice riuscire ad ottenere un po’ di soldi da usare per le spese personali anche se non si lavora fuori casa.

I prestiti per casalinghe non sono una chance di poco conto: cerchiamo, quindi, di capire le modalità di erogazione e chi si occupa della loro commercializzazione. D’altra parte, sarebbe alquanto ingiusto non concedere del denaro ad una casalinga che, sebbene non abbia un contratto di lavoro fuori casa, svolge mansioni importantissime all’interno delle mura domestiche, generando senza dubbio valore per la propria famiglia.

Sicuramente, i prestiti in questa categoria sono prestiti atipici, mettendo a disposizione del richiedente delle piccole somme di denaro, restituibili poi grazie a delle rate particolarmente leggere. Ciascuna potrà così ottenere una somma di denaro da gestire autonomamente, senza doversi per questo indebitare in modo pesante, sebbene sia necessaria la firma di un garante, come ad esempio il marito, che si assuma la responsabilità in caso di mancato versamento delle rate. In altri casi, invece, non è necessario ciò, dal momento che non è raro vedere donne casalinghe che si dedicano con passione ad un lavoro part time o magari stagionale, assicurando in proprio il rimborso del finanziamento.

Tra le aziende che propongono sul mercato prodotti specifici troviamo Findomestic, parliamo di importi compresi tra i 1000 e i 30 mila euro, per un massimo di 84 rate.