Quando vedete un oggetto che intendete acquistare non precipitatevi subito senza prima riflettere su alcuni punti essenziali. Innanzitutto, il sito dal quale acquistare deve contenere tutte le informazioni circa i dati del venditore; deve, inoltre, essere disponibile una casella mail che potete utilizzare per chiedere qualsiasi delucidazione sul prodotto.

A volte è necessario effettuare una registrazione: quando però, vengono chieste informazioni troppo personali che non possono interessare l’ acquisto del prodotto è meglio evitare di fornirle. Infine, se per un qualunque motivo, la transazione viene interrotta prima della sua conclusione, preoccupatevi di inviare una raccomandata al venditore nella quale specificate di non aver concluso l’ acquisto, e di non procedere a nessun addebito.

Prima di acquistare il prodotto è utile essere in possesso di tutto ciò che riguarda l’ oggetto: prezzo, spese di spedizione ( esse devono già essere incluse nei costi ), tempi di consegna e modalità di pagamento prevista ( carta di credito, bonifico,ecc…).

Un consiglio molto utile è quello di conservare la stampa di ogni passaggio del pagamento. Quindi, conservate le stampe relative al pagamento, al riepilogo di acquisto avvenuto, alle informazioni sulle caratteristiche del prodotto acquistato,al diritto di recesso, ed infine all’ estratto conto della vostra carta di credito. In caso di problemi, è utile poter disporre di carte che certifichino l’ avvenuto pagamento. Ricordare anche di conservare i dati relativi al venditore: indirizzo, numero di fax o di telefono, residenza, ecc…

Solitamente il costo della consegna deve essere pagato da chi acquista. Ovviamente ciò che avete acquistato deve esservi consegnato in maniera integra ed entro il tempo che era stato previsto. Può capitare che il corriere non vi permetta di aprire il pacco se non prima avete firmato. In questo caso, è bene mettere la firma e scrivere la possibilità di verificare il contenuto prima di accettare il pacco. Prima di far andare via il corriere accertatevi che il pacco contenga l’ oggetto in condizioni integre. Se , invece, il pacco presenta danni rifiutatelo e fatelo portare via, contestando il problema a chi vi ha venduto l’ oggetto.

Esistono tante diverse possibilità per effettuare pagamenti on line. Innanzitutto la carta di credito:in questi casi è bene ricordare di evitare l’ inserimento dei vostri dati se nella schermata non vi sono le sigle SSl e SET, oltre anche al simbolo del lucchetto. Fate anche attenzione all’ estratto conto e per eventuali costi non giustificati, contestate immediatamente, siete tutelati dalla legislazione; poi può essere utilizzato un comodo bonifico bancario, che permetterà al venditore di procedere alla consegna dopo aver ricevuto il codice relativo all’ ordine. In questo caso il pagamento deve essere effettuato prima della ricezione del prodotto. La modalità più certa e più sicura per evitare truffe è il contrassegno, che prevede il pagamento al momento dell’ arrivo della merce. Per le spese più ingenti è possibile pagare anche a rate, naturalmente con l’ addebito anche di interessi. Infine, uno dei metodi più utilizzati del momento è la carta Postepay, comoda e semplice da usare, con credito prepagato, indipendente dal conto corrente.

Esistono in Europa tutta una serie di diritti a tutela di chi acquista on line. In particolare le norme riguardano tutti gli aspetti relativi alle informazioni da parte dell’ acquirente dei dati del venditore, al diritto di recesso (che nel caso dell’ Italia può essere esercitato entro dieci giorni), e all’ eventuale riaccredito di somme di denaro che sono state prelevate senza autorizzazione. Ecco in cosa consistono i diritti di chi acquista tramite Internet.

Per qualsiasi problema relativo all’ utilizzo della carta di credito per il pagamento degli acquisti on line, come l’ accredito di somme errate, telefonate alla società responsabile o inviate una semplice raccomandata. In ogni caso sappiate che esiste un decreto del 1999 che tutela il consumatore e lo sostiene legalmente in tutte le fasi dell’ acquisto.

Anche se le modalità con cui è avvenuto l’ acquisto sono virtuali, il consumatore gode comunque del diritto di garanzia. Le norme che regolano la garanzia sono le medesime di quelle per gli acquisti tradizionali. La garanzia, infatti, vale per due anni dal momento in cui avviene la consegna. Se il prodotto non è integro, si può chiedere la sostituzione al venditore. Un’ alternativa può essere un rimborso parziale della quota versata. Insomma, anche per gli acquisti in rete è bene sapere che esistono precise norme alle quali attenersi e precisi doveri che il venditore deve garantire all’ acquirente.

Nell’ anno 2003 sono state meglio specificati i diritti e i doveri di chi acquista su internet o di chi vende. Innanzitutto l’ obbligo di effettuare un contratto a norma. Tutte le informazioni utili all’ acquirente devono essere esplicitate prima della stipulazione di qualsiasi contratto, anche di quelli riguardanti gli acquisti on line. Come già accennato, è importante mantenere e conservare per iscritto tutte le informazioni che riguardano il venditore, i dati del pagamento, i tempi di consegna,ecc… Da non trascurare anche l’ importanza di mettere per iscritto tutte le caratteristiche dell’ oggetto, il prezzo concordato,ed eventuali anticipi. Un’altra importante possibilità è quello data all’ acquirente di poter attivamente controllare e modificare aspetti contrattuali, come per esempio errori.

Alla ricezione del vostro oggetto acquistato on-line, potete usufruire del cosiddetto diritto di recesso. Entro dieci giorni dalla ricezione potete inviare una raccomandata all’ indirizzo del vostro venditore. Ovviamente il prodotto va restituito a vostre spese sempre e non oltre entro i dieci giorni. Ad avvenuto recesso il venditore è tenuto a restituire la somma di denaro versata all’ acquirente entro un tempo massimo di trenta giorni dal momento in cui viene a conoscenza del avvenuto recesso. Qualora, infine, il venditore abbia dato delle informazioni non corrette, il termine per poter recedere si sposta a tre mesi.