Mettersi alla ricerca di un posto di lavoro da disoccupato è di per sé già molto difficile, pensiamo a come possa essere cercarne uno nuovo dovendo gestire l’attuale lavoro con tutti gli appuntamenti che implica la ricerca del nuovo.
A questo può aggiungersi la personale difficoltà nel nascondere le proprie intenzioni all’interno dell’azienda, nel continuare a comportarsi come ogni giorno, nel non mostrare particolari cali lavorativi o comportamenti “ribelli” che possono destare sospetti e causare, spesso e volentieri, l’insorgere di mobbing aziendale.
Perfino la semplice realizzazione e invio online di un curriculum possono risultare difficoltosi; anche attraverso il web la ricerca è lunga e nel nostro caso lo sarà ancor di più, dovendo analizzare tutti i pro e i contro che implica qualunque cambiamento nella vita.

Indipendentemente dai motivi che vi possono spingere nella ricerca di un nuovo posto di lavoro, dovete considerare che ogni azienda vorrà incontrarvi almeno tre volte prima di procedere ad un’eventuale assunzione. Per questo sarà utile muoversi con un determinato ordine.

Nella fase iniziale della ricerca, è indispensabile eliminare tutti gli annunci che ci possono sembrare poco credibili, superficiali e poco professionali tra quelli di nostro interesse.

Si procede effettuando una seconda selezione leggendo più attentamente ogni annuncio, cercando di estrarre più informazioni possibili dalle poche righe di descrizione della mansione ricercata.

Inviate il vostro curriculum online con allegata un’efficace lettera di presentazione che metta in evidenza il motivo del vostro cambiamento.

Nei recapiti, sarà opportuno valutare se inserire un numero di cellulare che 9 volte su 10 si metterà a squillare durante l’orario di lavoro. Se avete la possibilità di far rispondere qualcuno mentre voi siete al lavoro, inserite un numero di telefono fisso oppure indicate l’orario in cui potranno contattarvi, sia su cellulare che fisso (ovviamente l’indirizzo e-mail non deve mai mancare).

Organizzarsi per il colloquio di lavoro
Il consiglio migliore è cercare di fissare i colloqui di lavoro negli orari extra lavorativi ma se questo non fosse proprio possibile, potete usare una delle tante motivazioni utilizzate dalla maggior parte dei lavorativi.

Gli imprevisti da considerare
Non tutte le aziende sono chiare e professionali allo stesso modo.
Purtroppo dovete mettere in conto l’eventualità di imbattervi in responsabili del personale che propongono mansioni completamente diverse da quella dichiarata sull’annuncio a cui avete risposto. Qualcuno può addirittura spingersi a promettere una gran carriera all’interno dell’azienda a patto di incominciare a svolgere un lavoro completamente incompatibile con la vostra professionalità e con una paga nettamente inferiore alla precedente. In questo caso potete tranquillamente alzarvi e tornare a casa senza ripensamento.