I pagamenti a rate di beni durevoli (auto, elettrodomestici, mobili, gioielli, pellicce) sono proposti direttamente dagli addetti del punto vendita dove state comprando il bene. Ovviamente non è il negoziante ad erogare il finanziamento: infatti il negoziante non fa altro che vendere, insieme al bene durevole, un prestito personale di una società finanziaria con cui ha un accordo commerciale.

Per capire come scegliere il prestito personale meno costoso visitate la sezione dei prestiti personali. Prima però, leggete queste puntualizzazioni sui pagamenti a rate.

Il negoziante propone il finanziamento a rate perchè la società finanziaria che poi eroga il prestito paga al negoziante una commissione, che dipende dall’importo erogato. Quindi vendere il finanziamento è una fonte di guadagno per il negoziante

Spesso avete diritto ad ottenere un preventivo che indichi importo del finanziamento, numero di rate, TAN e TAEG. Il costo effettivo che pagate è il TAEG

Spesso i finanziamenti proposti nei negozi sono più costosi (cioè pagate più interessi) dello stesso tipo di finanziamento proposto dalle banche. Per esempio, mentre in banca per un prestito personale i tassi massimi sono circa dell’12%, per il credito al consumo proposto nei negozi si arriva al 18%. Quindi, se vi interessa comprare a rate, fatevi fare più preventivi, uno dal negozio e uno dalla vostra banca