Iniziamo con il dire che il settore dei prestiti agevolati è sicuramente molto ampio e tavolta difficile da decifrare,  in quanto racchiude una molteplicità di prodotti destinati a diverse figure sia pubbliche che private.

I prestiti agevolati sono particolari tipologie di prestito (stanziate da Bache ed Enti Statali) per poter sostenere la ripresa economica e di famiglie e aziende. Come ribadito anche in precedenza, infatti, questi prodotti possono rivolgersi sia alle aziende che ai singoli cittadini che versano in condizione di difficoltà economica.

Nella stragrande maggioranza dei casi, si tratta di finanziamenti a cui non vengono applicate le consuete misure precauzionali volte a tutelare la banca  da un’eventuale mancata restituzione del prestito. Spesso infatti i Prestiti Agevolati prevedono la concessione di ingenti somme di danaro a cui però vengono applicati tassi di interesse ridotti (in alcuni casi perfino a tasso zero) che offrono altresì  piano di ammortamento  con di tempi di restituzione molto dilatati nel tempo.

In alcune specifiche situazioni, invece, le forme di agevolazione possono  prevedere l’assenza di garanzie minime che, in questo modo, rendono più snella l’eventuale erogazione del prestito e le procedure legate ad essa.

Questa particolare tipologia di prodotto offre al richiedente la garanzia di procedimenti caratterizzati da condizioni normalmente non riscontrabili in altre tipologie di prestito, sottolineiamo inoltre, che oltre ad essere indirizzati sia alle famiglie che alle aziende, i prestiti agevolati possono essere anche sia finalizzati che non finalizzati.

Solitamente l’erogazioni dei prestiti agevolati sono strettamente collegati agli organi statali, e non di meno a quelli dell’Unione Europea che scelgono di mettere a disposizione  fondi e capitali volti a sostenere le famiglie in condizione di indigenza, o utilizzabili  per incentivare lo sviluppo di  piccole e medie imprese.

Per poter accedere a tali prestiti è necessario essere in possesso di alcuni particolari requisiti indispensabili, anche se ricordiamo che il settore è molto vasto, quindi in alcuni casi basta unicamente scegliere attentamente a chi rivolgersi.

Prestiti Agevolati Ai Privati
Certamente le condizioni socio-economiche in cui versa l’Italia, hanno influito sulla concessione sempre più massiccia di questi prodotti, tanto che i prestiti a tasso abbattuto sembrano oramai divenire un prodotto su cui iniziano a puntare anche le banche e non solo gli enti pubblici.

Cessione del Quinto stipendio: tra tutte le tipologie, questo rappresenta certamente una delle formule più comuni e utilizzate.  Mediante la cessione del quinto si può procedere alla restituzione del capitale ottenuto mediante il prelievo diretto, da parte della banca, di un quinto dell’ammontare della busta paga o della pensione. Solitamente questa soluzione è particolarmente congeniale ai pensionati che di norma si ritrovano sempre esclusi dal mondo del credito.

Prestiti per giovani e precari: Altra categoria solitamente investita dai prestiti personali riguarda i Giovani Precari impossibilitati a richiedere mutui, prestiti o finanziamenti perché non in possesso di garanzie solide su cui basare la restituzione del capitale, nonostante oggi sia sempre più difficile trovare un lavoro fisso e il posto a tempo indeterminato sembra essere oramai un lontano miraggio.

Prestiti agevolati per i giovani studenti: I Prestiti Agevolati agli studenti solitamente hanno come obiettivo quello di finanziare l’acquisto di materiale didattico come libri, saggi e manuali oppure di affiancare il giovane nel pagamento delle rate universitarie o scolastiche, divenute oramai sempre più salate.

I prestiti agevolati per lavoratori atipici: Questi prestiti vengono concessi a tutti coloro che sono appena entrati nel mondo del lavoro, ma che non si trovano in possesso di un contratto a tempo determinato che possa garantire un’entrata fissa e stabile nel tempo. Coloro che rientrano in questa categoria possono richiedere particolari prestiti creati ad hoc, scaturenti da convenzioni e accordi stipulati tra Enti Pubblici e Banche. Solitamente si tratta di piccole cifre, difatti la somma massima erogabile tramite questa tipologia di prestito non supera quasi mai i 10 mila euro. Queste soluzioni però possono essere sottoscritte solo da coloro che non hanno ancora superato i 35 anni d’età e che siano residenti nella Regione che stanzia il prestito.

Prestiti agevolati alle aziende
Nei prestiti agevolati alle aziende, invece, rientrano tutte quelle soluzioni appositamente studiate per risollevare le sorti economiche del Paese, difatti nella maggioranza dei casi si tratta di prestiti diretti ad alcune categorie di imprenditori, come ad esempio le donne solitamente svantaggiate nell’avvio di un’un attività,  ai giovani oppure ai residenti in aree svantaggiate.

Buona parte di questi prodotti vengono stanziati dagli enti pubblici che, in accordo con gli intermediari finanziari creano delle soluzioni particolarmente vantaggiose per i beneficiari, all’interno di questa categoria rientrano altresì i Finanziamenti a Fondo Perduto che permettono di restituire solo parte del capitale concesso.

Come ottenere il prestito agevolato

Basta rivolgersi alla propria banca oppure consultare la Lista delle Banche aderenti a tali iniziative istituita dalla Cassa Depositi e Prestiti.

La domanda di prestito deve essere compilata su carta intestata della banca e su ogni pagina deve essere apporta la firma del richiedente ed inviata mediante raccomandata alla Cassa Depositi e Prestiti all’indirizzo: Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. – Gruppo di progetto finanziamenti PMI – via Goito, 4 – 00185 Roma