Esistono alternative al Bitcoin? La valuta del nuovo millennio ha già dei concorrenti? Certo che si, ve lo avevamo già accennato nel post dove vi abbiamo spiegato che cos’è la Blockchain. Ethereum con i suoi Smart Contracs non può essere considerato una tra le semplici alternative al Bitcoin, ne è piuttosto il concorrente più affermato.

Alternative Al Bitcoin: Investire In Ethereum
Prima di procedere vorrei ribadire un cosa molto importante. Il mercato delle criptovalute e, in generale, tutto il mondo Fintech si sta sviluppando a una velocità formidabile. Le più grandi multinazionali investono miliardi in questo settore. Il Bitcoin ha un valore di mercato pari a quello dell’oro. Tra le criptovalute, Ethereum sta crescendo a ritmi forsennati in termini di utilizzo. Non è da persone sconsiderate pensare che possa continuare a rubare Market Share al Bitcoin. E’ altrettanto da persone razionali pensare che le criptovalute continuarenno a rubare Market Share alle valute tradizionali (FIAT).

Ethereum E Gli Smart Contract
Ethereum è una criptovaluta basata su tecnologia Blockchain e la sua unità valutaria si chiama Ether. La differenza fondamentale rispetto alla madre delle criptovalute è la flessibilità del proprio algoritmo e la maggior facilità di utilizzo.

Entrato nel mercato valutario nel 2015, questa valuta ha dimostrato subito i suoi fondamentali. Ethereum offre ai suoi utenti una vera e propria piattaforma per l’esecuzione di Smart Contracts, contratti per acquisto di beni e servizi, ma anche di semplici prestazioni professionali. Tali contratti possono essere stipulati completamente o parzialmente nel momento della transazione in maniera completamente automatica. Gli Smart Contracts sono fondamentalmente software che automatizzano, senza possibilità di essere compromessi, dei tasks assegnati in precedenza da almeno due utenti. A tal proposito, Ethereum si sta sviluppando rapidamente soprattutto come piattaforma di Crowdfunding. Utilizzarla è semplice, e possiamo rimandarvi allo stesso articolo nel quale abbiamo descritto l’utilizzo del Bitcoin. Bisogna sottolineare tuttavia che la bontà di tali contratti ha riscontrato un piccola percentuale di bug e la piattaforma, essendo open source, è in continuo sviluppo.

Altra importante caratteristica di è la flessibilità che regola l’algoritmo di base che più facilmente potrebbe governare l’emissione degli Ethers in futuro, minimizzando il rischio in caso di shock economici. Inoltre, i Miners avranno ancora molto da scavare! L’attuale moneta emessa non si avvicina minimamente alla quantità di Bitcoin in circolazione.